PANNELLI SOLARI TERMICI

PANNELLI SOLARI TERMICI

Il primo pannello solare termico come lo conosciamo oggi e utilizzato per riscaldare l’acqua è del 1891, ideato dall’americano Clarence Kemp.

Cosa sono i pannelli solari?

I pannelli solari termici, tecnicamente definiti collettori solari, sono dei dispositivi per la produzione di energia alternativa, nello specifico, per generare acqua calda. Grazie a una reazione fisica, quindi del tutto naturale ed ecologica, in questi collettori viene convertita la radiazione solare in energia termica. Questa viene poi indirizzata ad un accumulatore per essere utilizzata in un momento successivo. Questo sistema è ecologico, vantaggioso e amico dell’ambiente perché è frutto di reazioni naturali ed il sole è una fonte di energia inesauribile e pulita.

A cosa servono?

Un impianto solare termico permette di catturare l’energia dell’irradiamento solare e di immagazzinarla per usarla in diversi modi. Chi installa questo genere di pannelli ha la possibilità di produrre acqua calda sanitaria corrente per casa, riscaldare e raffrescare gli ambienti (tramite il sistema di riscaldamento o di condizionamento). In sostanza con i pannelli solari termici è possibile andare a sostituire le caldaie a gas tradizionali, che utilizzano combustibili e derivati del petrolio.

Come funzionano?

La tecnologia dei pannelli solari termici è quella di far scaldare un fluido termovettore, inserito in serpentine di rame nel pannello solare. Questo liquido dal circuito solare, viene incanalato in un accumulatore che immagazzina l’energia termica in eccesso, cioè non utilizzata subito, per poterla utilizzare nei momenti di bisogno.

https://newsite.unionenergia.it/wp-content/uploads/2016/11/SOLARE-TERMICO@2x-370x555.jpg
https://newsite.unionenergia.it/wp-content/uploads/2016/11/pannelli-solari-termici-h2500-600x400.jpg

Quali sono le principali tipologie?

  • collettori solari piani (che si dividono in vetrati e scoperti);
  • collettori sottovuoto;
  • collettori a concentrazione;

pannelli solari piani sono quelli di prima generazione e sicuramente quelli maggiormente diffusi.

I pannelli solari sottovuoto sono i collettori di ultima generazione e utilizzano una tecnologia avanzata che permette di trattenere al meglio il calore. La dispersione infatti è il principale problema della tecnologia a pannelli solari. I collettori sottovuoto rendono il 15% in più rispetto a quelli a piastra. Dati i costi maggiori (circa 500 euro al mq) e il rendimento in più non altissimo, sono ancora poco convenienti sul mercato.

Pannelli solari a concentrazione hanno una forma concava per ottimizzare il raccoglimento dell’energia del sole, sono efficaci solamente con la luce del sole diretta per questo devono seguirla. Il collettore a concentrazione può raggiungere temperature anche molto elevate, per questo sono usati per generatori solari oppure per centrali di produzione.

Call Now ButtonChiamaci ora